Principali Regole di Pronuncia Inglese

La pronuncia dell’inglese presenta un gran numero di eccezioni: le regole che elenchiamo qui hanno perciò un valore molto generale. I dizionari inglesi riportano comunque la pronuncia di ciascuna delle parole che contengono.

Cambridge dictionary at https://dictionary.cambridge.org/

Oxford dictionary at https://www.lexico.com/

CONSONANTI

C
È dura (come in casa) in fine di parola e davanti ad “a”, “o”, “u”: magic /ˈmædʒ.ɪk/.
Si pronuncia /s/ davanti ad “e”, “i”, “y”: cent /sent/, city /ˈsɪt.i/.
I gruppi “cce”, “cci” si pronunciano “cse”, “csi”: accept /əkˈsept/, accident /ˈæk.sɪ.dənt/.
I gruppi “ch”, “tch” si pronunciano come “c” di cera: chest /tʃest/, chill /tʃɪl/, sketch /sketʃ/.
“ch” si pronuncia /k/ nelle parole di origine greca: chronic /ˈkrɒn.ɪk/, school /skuːl/.

G
Si pronuncia dura (come in gomma) davanti ad “a”, “o”, “u” e in fine di parola: goal /ɡəʊl/, big /bɪɡ/.
Davanti ad “e”, “i” si pronuncia dolce (come in giro) nelle parole di origine latina e greca: gelid /ˈdʒɛlɪd/, geometry /dʒɪˈɒmɪtri/.
Si pronuncia dura (come in gomma) nelle parole di origine germanica: get /ɡɛt/, gift /ɡɪft/.
Il gruppo “gn” si pronuncia “ghn”: magnetic /maɡˈnɛtɪk/.
Nei gruppi “gua”, “gue”, “gui” si pronuncia “gh” e la “u” è muta: guard /ɡɑːd/, guilt /ɡɪlt/.

H
Si pronuncia aspirata: hen /hɛn/, hit /hɪt/.
Le principali eccezioni, in cui “h” non si pronuncia, sono heir /ɛː/, honest /ˈɒnɪst/, honour /ˈɒnə/, hour /ˈaʊə/ e i loro derivati.
È muta anche nel gruppo “wh”: whip /wɪp/.

K
Si pronuncia come “c” dura (come in casa), ma nel gruppo “kn” non si pronuncia: knot /nɒt/.

J
Si pronuncia dolce (come in giro): jack /dʒak/, jog /dʒɒɡ/.

L
Si pronuncia come in italiano.
È muta quando precede “f”, “k”, “m” nella stessa sillaba, ed allunga la vocale che la precede: calf /kɑːf/, calm /kɑːm/, walk /wɔːk/.
È muta anche nelle parole: could /kʊd/, should /ʃʊd/, would /wʊd/.

NG
Il gruppo “ng” si pronuncia come un unico suono nasale: singing /ˈsɪŋɪŋ/.

PH
Si pronuncia /f/: physic /ˈfɪzɪk/, phone /fəʊn/.

R
Seguita da consonante e in fine di parola non si pronuncia ma allunga il suono della vocale che la precede: smart /smɑːt/, force /fɔːs/, far /fɑː/.

S
Tra vocali si pronuncia dolce (come in rosa): easy /ˈiːzi/.

SH
Il gruppo “sh” si pronuncia come “sc” in scena: short /ʃɔːt/, mash /maʃ/, marshmallow /mɑːʃˈmaləʊ/.

TH
Il gruppo th si pronuncia in alcune parole come t con la lingua tra i denti: thorn [θɔːn], think [θɪŋk].
In altre come d con la lingua tra i denti: then [ðɛn], father [ˈfɑːðə].
Ambedue questi suoni non esistono in italiano.

W
Si pronuncia come u di uomo: wet [wɛt], will [wɪl].
È muta nel gruppo wr: wrestle [ˈrɛs(ə)l], wrist [rɪst].

X
Si pronuncia gs quando precede una vocale: examine [ɛɡˈzamɪn].
Si pronuncia cs in fine di parola o se precede una consonante: fox [fɒks], except [ɛkˈsɛpt].

Y
Si pronuncia come i di iato se seguita da una vocale: yard [jɑːd].
In fine di parola come i: body [ˈbɒdi].

Z
Si pronuncia come s di rosa: zebra [ˈzɛbrə], gazebo [ɡəˈziːbəʊ].

VOCALI

Le maggiori difficoltà di lettura dell’inglese dipendono dalle vocali. La loro pronuncia varia a seconda che esse si trovino in sillabe che terminano in vocale (sillabe aperte) o in sillabe che terminano in consonante (sillabe chiuse), in sillabe accentate oppure non accentate. In fine di parola la “e” è sempre muta; la sillaba precedente si considera aperta.

In sillabe aperte accentate le vocali si pronunciano come segue:

A
eɪ: make [meɪk], sale [seɪl].

E
iː: evil [ˈiːv(ə)l], secret [ˈsiːkrɪt].

I,Y
ʌɪ: fine [fʌɪn], my [mʌɪ].

O
əʊ: bone [bəʊn], process [ˈprəʊsɛs].

U
juː: duke [djuːk], music [miùusik].

In sillabe chiuse accentate le vocali si pronunciano come suoni brevi, secondo queste regole:

A
è molto aperta che tende verso la a: fat [fèt], black [blèk].

E
e aperta e rapida: egg [egh].

I
i molto breve che tende verso la e.

O
o aperto (come in rosa).

U
Suono particolare, che non esiste in italiano, simile a una a pronunciata in gola.

Pronuncia delle vocali di sillabe chiuse accentate in alcuni gruppi particolari:

AR
àa: card [càad].

AL,ALL
òol: salt [sòolt], tall [tòoll].

ALK
òok: talk [tòok], stalk [stòok].

ALM
àam: calm [càam].

ATH
àath o àadh: bath [bàath], father [fadhë].

IGHT
àit: fight [fàit], sight [sàit].

ILD
àild: child [ciàild], mild [màild].

IND
àind: find [fàind], mind [màind].

OLD
óuld: bold [bóuld], cold [cóuld].

BUL,FUL,PUL
bul, ful, pul.

ER,IR,UR
Suono indistinto simile a una e pronunciata in gola: herb [hëëb], bird [bëëd], sir [së], turn [tëën].

WOR
uëë: worse [uëës].

WA
uò: water [uòtë].

Pronuncia delle vocali nelle sillabe non accentate:

A,O
Si pronunciano con il suono indistinto e breve ë: abandon [ëbèndën].

E,I
Si pronunciano come una i molto breve: divine [divàin].

U
Si pronuncia come iu molto breve: costume [còstium].

ED
La “E” si pronuncia molto breve, quasi inesistente, nella desinenza “ED” usata per la formazione del passato e participio passato dei verbi regolari: changed [ch’eynjd], altered [‘olturd], etc.

ES
La “E” si pronuncia molto breve, quasi inesistente, nella desinenza “ES” usata per la formazione dei plurali regolari: clothes [klowz], eagles [‘eeguls], etc.

Pronuncia dei gruppi di vocali in sillaba accentata:

AI,AY
éi: rain [réi].

AU,AW
óo: fault [fóolt].

EA
ìi: read [rìid].

EE
ìi: week [uìik].

EI
ìi: seize [sìis].

EU,EW
iù: neuter [niùtë], few [fiù].

REU,REW
ùu: crew [crùu].

IE
ìi: field [fìild], piece [pìis].

OA
óu: oak [óuk].

OI,OY
òi: oil [òil], boy [bòi].

OO
u(u): boot [bu(u)t], book [bu(u)k].

OU,OW
au: noun [naun], now [nau].